DICHIARAZIONE DELLA SOVRANITÀ DEL POPOLO

1
0

DICHIARAZIONE DELLA SOVRANITÀ DEL POPOLO La ragione che spinge i cittadini a emanciparsi dal potere decisionale verticistico di alcuni pochi è data dalla convinzione che tutti gli esseri umani sono creati uguali, dotati di pari diritti inalienabili, tra cui la vita, la libertà di decidere, il conseguimento del bene e del benessere, il progresso democratico, sociale e scientifico, l’avere relazioni vicendevoli di collaborazione e solidarietà, e non di sudditanza o di impotenza.

Nell’ambito di tali diritti sono eletti dal Popolo alcune persone di governo per un tempo limitato, le quali nell’esercizio delle loro funzioni devono rispondere direttamente e ogni volta che è richiesto dalle leggi o dai cittadini stessi a coloro che le eleggono.

Quando un governo non assolve dette finalità, il Popolo, che è sovrano, ha il diritto di sostituirlo immediatamente. Ogni volta che un governo emette leggi non consone alla volontà del Popolo, questo ha il diritto di abolirle o modificarle immediatamente. Ogni volta che nuove leggi pur necessarie non siano varate dalle Camere, il Popolo di sua iniziativa le può proporre e votare direttamente, con effetto esecutivo immediato.

Le principali cariche in ogni campo istituzionale sia a livello nazionale sia locale sono anch’esse in funzione della volontà espressa da parte di tutti i cittadini. Tali cariche devono rispondere al Popolo sovrano dell’attività svolta nell’espletamento del loro servizio. Parimenti la distribuzione delle entrate pubbliche sia a livello nazionale sia locale (ed eventualmente di una parte degli utili di determinate aziende private) va effettuata in base alle linee generali stabilite preventivamente con i cittadini del territorio interessato.

Questi devono altresì poter controllare che la ripartizione avvenga come previsto, che si operi con la massima trasparenza ed efficacia e che le realizzazioni siano qualitativamente valide ed efficienti.

Il Presidente e i membri del Consiglio dei Ministri devono essere professionisti altamente qualificati e con grande esperienza nel campo cui sono preposti, non devono restare in carica per un lungo periodo né mai trovarsi in alcuna condizione di conflitto d’interessi.

Share this