Leggi di iniziativa popolare firmabili via internet. Che ne pensi?

Choices

Tipo di sondaggio: 
Volontà Generale

Commenti

Leggi di iniziativa popolare firmabili via internet. Che ne pens

Ciao a tutti.
In questo proposito, ho scoperto un meraviglioso software che fa esattamente al caso nostro.
E' scritto in Ruby-on-Rails, un linguaggio semplicissimo (un tutorial si chiama "crea un Wiki in 20 minuti"... io da utente al primo tutorial ce ne ho messi 25), e manca soltanto di un paio di features per essere completo. Ogni post può diventare un thread in una struttura ad albero senza limiti di profondità, c'è il voto palese, ogni thread può essere usato come una mailing list ed è implementata la possibilità di voto sicuro tramite una rete peer-to-peer di mirror del server contenente i voti.

Sto provando a lavorarci sopra, sembra piuttosto semplice. Che ne dite?

Dario Pedicini

Re: Firmare su internet una proposta di legge di iniz. popol

pino wrote:
2) Conosci php? Conosci phpBB? Nel caso saresti disposto a collaborare alla gestione del forum magari scrivendo del codice per fare delle MODifiche al soft di phpBB?

Puoi fare una lista di cosa ci sarebbe da fare?

(*) Quanto quì scritto rappresenta solo opinioni personali, e non necessariamente quelle del Partito dei DD.

Ritratto di pino

Re: Firmare su internet una proposta di legge di iniz. popol

antiac wrote:
magius wrote:
Come forse pochi sanno, in Italia presentare una proposta di legge di iniziativa popolare è piuttosto laborioso e richiede notevoli capitali per poter condurre una campagna.

L'informatizzazione della società potrebbe offrire una possibilità per infrangere queste barriere. Attraverso due strumenti:

1. firma digitale
2. internet

Salve,

io ci penso da tempo e cosi' oggi pomeriggio ho buttato giu' qualche riga
di codice che temporaneamente ho messo su questo server
https://213.155.200.187/voto/finanziaria.php
chi ha la smart-card per firma digitale, di quelle emesse da Infocamere ad esempio, puo' provarlo.
Ovviamente e' solo un "proof of concept" ma di test in giro per Internet,
su questo argomento ce ne sono pochi quindi ho pensato di metterne
uno.

Saluti,
Antonio

Intanto benvenuto Antonio,

1) non ho potuto testare il tuo sistema perchè non ho una smart card.
Puoi chiarire come ci si procura una smart card con firma digitale valida?

2) Conosci php? Conosci phpBB? Nel caso saresti disposto a collaborare alla gestione del forum magari scrivendo del codice per fare delle MODifiche al soft di phpBB?

Dobbiamo avere la capacità di mantenere sempre aperto il canale della progettazione costruzione di sistemi che amplino le possibilità/modalità di partecipazione e nello stesso tempo mantenere al passo il sistema che usiamo concretamente tutti i giorni. Al passo con le esigeenze che nascono dalla pratica quotidiana oggi, con questo nuemro di utenti e i bisogni organizzaztivi di questa fase.

Insomma c'è lavoro per tutti i gusti.

pino

Pino Strano - www.pinostrano.it/blog

Re: Firmare su internet una proposta di legge di iniz. popol

magius wrote:
Come forse pochi sanno, in Italia presentare una proposta di legge di iniziativa popolare è piuttosto laborioso e richiede notevoli capitali per poter condurre una campagna.

L'informatizzazione della società potrebbe offrire una possibilità per infrangere queste barriere. Attraverso due strumenti:

1. firma digitale
2. internet

Salve,

io ci penso da tempo e cosi' oggi pomeriggio ho buttato giu' qualche riga
di codice che temporaneamente ho messo su questo server
https://213.155.200.187/voto/finanziaria.php
chi ha la smart-card per firma digitale, di quelle emesse da Infocamere ad esempio, puo' provarlo.
Ovviamente e' solo un "proof of concept" ma di test in giro per Internet,
su questo argomento ce ne sono pochi quindi ho pensato di metterne
uno.

Saluti,
Antonio

sistemi incrociati

Sulla sicurezza della firma digitale non ho dubbi.

Poterla usare affiancadola alla complicata usuale procedura di verifica delle firme su carta è sicuramente un grosso passo avanti nel processo di semplificazione dell'amministrazione e nella sua informatizzazione.

La legge che lo permetta mi sembra un passo necessario, dato che anche l'Amministrazione pubblica investe già nell'informatizzazione della PA è ragionevole che venga prodotta una legge che permetta l'utilizzo di queste tecnologie.
Resta comunque importante, secondo me. continuare a dare la possibilità di scegliere e incrociare quindi i due sistemi, cartaceo e informatico, per non escludere chi di informatica non ne vuole proprio sapere.

Per quanto riguarda la diffusione di internet i problemi più rilevanti a parer mio sono:
- alfabetizzazione informatica
- costi di abbonamenti a telefonia fissa e ADSL troppo alti
- liberalizzazione del cosidetto "ultimo miglio" ovvero della distribuzione finale del collegamento

PS: Il successo di questo sistema è già stato suggerito dalle petizioni on-line, come quella per l'abolizione dei costi aggiuntivi sulle ricariche telefoniche.
Un cittadino privato è riuscito a raccogliere in internet ben 300.000 adesioni al suo ricorso e ha presentato i tabulati delle firme alla Comunità Europea. La CE ha in seguito suggerito al Parlamento Italiano di legiferare per abolirle quanto prima queste tariffe.
Resta naturalmente il dubbio sui quanto i parlamentari vogliano seguire i cittadini, e produrre quindi la legge, oppure le multinazionali della telefonia e continuare a garantire loro grossi illegittimi introiti dalle ricariche.

Simone P.

Leggi di iniziativa popolare firmabili via internet. Che ne pens

ottimo tasto su cui battere magius.... la firma digitale!

a partire da quello si potranno fare votazioni, referendum e petizioni senza nessuna spesa e nessuna fatica!
è fattibile!

manca come dici tu:

- una chiara legge che normatizzi la cosa
- diffusione capillare di internet

per la prima cosa hai ragione, ci possiamo pensare, ma anche per la seconda magari.... regaliamo un pc per natale eheh (averci i soldi...)

"La vita, la libertà o la proprietà
di nessun uomo sono al sicuro
mentre è riunito il parlamento"
G.J.Tucker

-------------------------------------------------------
"Sii il cambiamento che vorresti vedere nel mondo"

Firmare su internet una proposta di legge di iniz. popolare

Come forse pochi sanno, in Italia presentare una proposta di legge di iniziativa popolare è piuttosto laborioso e richiede notevoli capitali per poter condurre una campagna.

L'informatizzazione della società potrebbe offrire una possibilità per infrangere queste barriere. Attraverso due strumenti:

1. firma digitale
2. internet

Descriviamo uno scenario di massima (tutto da verificare tecnicamente):

C'è un sito istituzionale, ad alto livello di protezione (stessa protezione dei sistemi di pagamento elettronico) in cui si può presentare e sottoscrivere proposte di legge di iniziativa popolare. Chi agisce, dà prova della propria identità attraverso l'apposizione della firma digitale (che, semplificando, altro non è che un sistema di cifratura a doppia chiave come PGP).

Vantaggio immenso.

Possibilità cioè di presentare e sottoscrivere in modo semplice ma sicuro, una proposta di legge. Tutti istantaneamente diventano deputati.

Gli strumenti per realizzare una proposta del genere ci sono già.

La firma digitale per legge è già equiparata alla firma su carta. Le strutture di certificazione della firma esistono già (ma vanno semplificate), cosi come già eiste la possibilità di avere siti sicuri (SSL). Manca - ancora - la diffusione di massa di internet..ed una legge che stabilisca la possibilità di presentare e firmare proposte di legge di iniziativa popolare via internet!

Riguardo a quest'ultimo aspetto, la legge si potrebbe scriverla...