Sei d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 al costo di 13 miliardi di euro?

Ritratto di Giovanni Sandi

Choices

Tipo di sondaggio: 
Volontà Generale

Commenti

Sei d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 a

ciao io non sono daccordo.

speranza

Ritratto di pino

Sei d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 a

si fa edit del primo post e si cambia quello che c'è da cambaire, ma forse tu non puoi farlo, (non lo so), comunque ora lo faccio io.

Pino Strano - www.pinostrano.it/blog

Ritratto di Giovanni Sandi

Sei d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 a

ok cambio la domanda, appena capisco come si fa.

...come si fa?

http://www.giovannisandi.com  In un vero Stato democratico non esiste il segreto di Stato.

Ritratto di pino

Sei d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 a

Caro giovanni,
la tua formulazione della domanda del sondaggio "vuoi tu armare il paese per la prossima guerra mondiale?", è ironica e, anche dal punto di vista del significato anche giusta, ma formalmente è scorretta. Non si sta infatti decidendo di armare il paese per la guerra mondiale, ma di spendere o no 13 miliardi per l'acquisto di aerei da combattimento.

Io potrei essere d'accordo con l'acquisto ma contrario all'uso fuori dai confini. Oppure potrei essere contrario all'acquisto ed essere favorevole all'intervento in paesi terzi.

Noi qui dobbiamo simulare una specie di parlamento. E le questioni vanno messe in votazione descrivendo senza ambiguità il contenuto della decisione. Cosa poi la decisione può significare, fa parte della discussione che giustamente hai fatto nel corpo del messaggio.

Per cui ti suggerirei di cambiare il testo della domanda in:
"se d'accordo con l'acquistare 131 caccia – bombardieri F - 35 al costo di 13 miliardi di euro?"

In caso contrario, io non parteciperei a questa votazione. Oppure voterei un pò si e un pò no, per la speciosità della domanda. Insomma fallo decidere a me perchè è giusto o no spendere quei soldi. Non voglio che se decido di no è perchè allora vuol dire che sono d'accordo che ci sarà la terza guerra mondiale. Io quindi, e per altre ragioni, non li voglio acquistare e basta. Anche se non ci fosse una terza guerra mondiale.

Pino Strano - www.pinostrano.it/blog

Ritratto di Giovanni Sandi

131 caccia bombardieri ci costano 13 miliardi di euro

Quanto costa un caccia – bombardiere F - 35?
Non lo sappiamo, però sappiamo quanto costano 131 caccia – bombardieri F - 35: 13 miliardi di euro.
Perchè ve lo diciamo?
Entro il 16 aprile le commissioni Difesa di Camera e Senato dovranno esprimersi sul programma di riarmo aeronautico presentato dal ministro della Difesa Ignazio La Russa, che prevede appunto l'acquisto di 131 caccia-bombardieri da attacco F-35.
Secondo La Russa la nostra flotta aerea è oramai obsoleta e secondo il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Vincenzo Camporini, l'acquisizione degli F-35 sono "assolutamente vitali per la difesa" del nostro Paese.
Tuttavia ricordiamo che per la 'difesa' dello spazio aereo italiano sono già stati spesi oltre 7 miliardi di euro per l'acquisto di 121 caccia Eurofighter in sostituzione dei vecchi F-104.
Peacereporter ha pubblicato una copia del testo di cui dovrebbe dare autorizzazione La Russa, testo non pubblicato in rete.
Il testo, consultabile su questo link, http://www.signoraggio.it/n65testononpubblicatosuinternet.pdf, spiega chiaramente l'uso che intende fare, il nostro governo, con l'acquisizione di questa mega flotta aerea: usarle nelle missioni internazionali, a salvaguardia della pace in virtù della loro "spiccata capacità di impiego fuori area".
Sicuramente un affare per Finmeccanica.
I caccia F-35 sono figli di un programma di riarmo internazionale Joint Strike Fighter (Jsf) lanciato dagli Stati Uniti a metà degli anni '90; tra i tanti paesi a cui aderirono c'è l'Italia nel 1996 con il primo governo Prodi (adesione confermata nel 1998 dal governo D'Alema e nel 2002 dal secondo governo Berlusconi).
Partecipiamo al consorzio industriale Jsf - guidato dalla statunitense Lockheed Martin - tramite l'Alenia, l'azienda aeronautica del gruppo Finmeccanica.
Lo stabilimento piemontese di Cameri diverrà l'unica linea di montaggio finale del velivolo al di fuori dagli Stati Uniti.
Secondo la Difesa il super-bombardiere creerà almeno 10 mila posti di lavoro, genererà un forte sviluppo tecnologico dell'industria italiana e determinerà un incremento del Pil.
Il riarmo panacea per una devastante recessione economica!
Ma vogliamo ricordare che nella storia altri hanno visto nel riarmo una cura contro la crisi economica: la Grande Crisi degli anni '30 e con la Grande Depressione di fine '800.
In entrambi i casi finimmo in una guerra mondiale.
Riteniamo si dovessero usare questi 13 miliardi di denaro pubblico in ben altri modi vista la crisi galoppante e la disperazione nelle case degli italiani.
Riteniamo, si debba consultare il cittadino quando si intende mettere le mani nella tasca del denaro pubblico.
Inoltre questa notizia passata in sordina è la chiara espressione di una classe politica che intende approfittare di tutto il suo potere per agire indisturbato a danno degli italiani.
Spetterà alle due commissioni parlamentari decidere nelle prossime settimane.

http://www.giovannisandi.com  In un vero Stato democratico non esiste il segreto di Stato.