Sondaggio consultivo a Venezia

0
0
In questi giorni, nel Comune di Venezia, verrà sperimentato un nuovo strumento di democrazia diretta: il sondaggio consultivo non vincolante. L'ente comunale invierà agli elettori una busta contenente il quesito, accompagnato da una lettera del Sindaco, ed ognuno potrà esprimere il proprio parere con un SI o con un NO, proprio come nel referendum.

Assist per i DD da Antonio Bassolino

0
0
Antonio Bassolino Nel blog di Antonio Bassolino, Presidente della Regione Campania, giovedì 8 giugno è stato pubblicato un post dal titolo "Risorse on line sul referendum” che citava una serie di materiali disponibili nel web sul referendum per la modifica alla Costituzione del nostro Paese. Nell'articolo vengono indicati alcuni siti che cercano di spiegare le ragioni del si e del no alla votazione del 25 e 26

Referendum Costituzionale: vai a Votare !

0
0

Referendum costituzionale: le ragioni del NO

Ritratto di pino
0
0
NO al referendum vota NOSi avvicina la data del 25 e 26 giugno in cui i cittadini saranno chiamati a decidere se confermare le modifiche costituzionali approvate dalla ex maggioranza nella scorsa legislatura. sondaggio referendum Partecipa al sondaggio e discutine sul forum Sul sito referendumcostituzionale.org del comitato nazionale di coordinamento, tra gli altri materiali, c'è un sintetico e interessante decalogo di ragioni contrapposte a sostegno del sì e del no. Noi abbiamo sempre sostenuto l'idea che la costituzione vada aggiornata. Per esempio sanando l'anomalia dell'art.75 che prevede solo il referendum abrogativo e non anche propositivo-approvativo. Così come andrebbe modificato il limitante art. 67 che recita "Ogni membro del parlamento rappresenta la nazione, ed è eletto senza vincolo di mandato".

1o° Congresso telematico dei DD

0
0

skypecast GIOVEDI 08 GIUGNO ore 20.30 Direttamente sul tuo computer Le nuove tecnologie ci vengono in aiuto e grazie a

Destra e Sinistra unite per la libertà di Internet.

Ritratto di pino
0
0
salva internet Negli Stati Uniti MoveOn e la Christian Coalition annunciano che pubblicheranno insieme una intera pagina sul New York Times per dimostrare al Congresso americano che non è vero che è solo la sinistra a volere la libertà di internet. Scrive infatti Eli Pariser del team di moveon ai suoi membri: Cari membri di MoveOn, non avremmo mai pensato di vedere questo giorno, ma è arrivato: noi stiamo lavorando insieme alla Christian Coalition. Hai letto bene -- la Christian Coalition si è unita a tutti gli altri [...] per la battaglia della libertà di Internet. Il pendolo è dalla nostra parte. Le compagnie di internet come AT&T stavano provando a vincere questa battaglia suggerendo ai membri del congresso repubblicani che solo l'ala--sinistra avrebbe avuto da dire. Invece MoveOn e la Christian Coalition hanno concordato una intera pagina da pubblicare sul NewYork Times per mostrare la verità: persone di tutte le posizioni politiche sono unite per la libertà di Internet! Se passa questo messaggio, vinciamo.

Bilancio Partecipativo a Modena

0
0
Bilancio Partecipativo Ricomincia la seconda sperimentazione del Bilancio Partecipativo a Modena. Nel 2005 centinaia di cittadini hanno potuto elaborare e avanzare proposte per il proprio quartiere e per la città, rendendosi protagonisti di un'esperienza di partecipazione diretta alla vita pubblica. Grazie all'impegno delle

Bologna: Invito al tavolo di partecipazione per la telefonia mobile

Ritratto di pino
0
0
antenne Dal Comune di Bologna. Si comunica che l'incontro del Tavolo di Programmazione Partecipata si terrà giovedì 1 giugno 2006 alle ore 14,30 presso la Sala Anziani – Piazza Maggiore 6 con il seguente ODG: - Riconfigurazioni Piano 2005 - Situazioni siti puntuali Piano 2005 di cui agli all. C e D, Del. di Giunta n.

La democrazia partecipata nel Programma dei Radicali di Sinistra- Verdi per Veltroni

Ritratto di pino
0
0
programma politico radicali di sinistra Ma il modello della lista partecipata è meglio ! Noi riteniamo che nei prossimi anni la vera partita politica si giocherà intorno al cuore stesso del governo delle istituzioni, locali, nazionali ed internazionali. Cioè intorno alla democrazia, alla difesa ed al recupero del suo significato pieno di diritto del popolo, di ogni cittadino, a partecipare al governo della cosa pubblica. L'affermazione della sovranità non può restare mera dichiarazione da incorniciare (e imbalsamare) in qualche articolo della costituzione. La città, il paese, il pianeta appartengono ai rispettivi cittadini, mentre invece sono governati da un ridotto numero di persone selezionate in base alla capacità di mantenere e sviluppare consenso attorno ad interessi parziali e privati. Sulla strada accidentata e difficile di questo ormai essenziale recupero della sovranità da parte del popolo, avverso l'oligarchia dominante, si collocano una serie di iniziative dei partiti "tradizionali". L' "odore" del bisogno di democrazia cresce. Come spesso accade i partiti tendono a cavalcare i bisogni nascenti perchè utili a generare consenso. Tuttavia ciò può aprire spazi politici interessanti per il movimento dd. In questo senso si inquadra la positiva apertura del programma dei Radicali di Sinistra- Verdi per Veltroni verso i temi della partecipazione, democrazia e trasparenza. Anche se

Aderiamo a questo appello per la pace

0
0
Onorevoli deputate e deputati, Onorevoli senatrici e senatori, questo appello, scritto nell'ora tragica in cui le vittime di guerra italiane dei due teatri di guerra Iraq e Afghanistan, tornano in Italia per ricevere i funerali di Stato, cade anche nel momento in cui il nuovo Parlamento della Repubblica inizia i suoi lavori. Vorremmo che fosse un nuovo inizio o meglio una svolta. Una decisa svolta in politica estera con scelte coraggiose per una vera politica di disarmo, per attuare con scelte concrete l'art.11 della nostra Costituzione.
Condividi contenuti