Rinasce TeleRovereto per iniziativa di PartecipAzione Cittadini Rovereto con il “pirata” Gualazzi

Ritratto di pino
0
0
  di PartecipAzione Cittadini Rovereto abbiamo raggiunto uno storico accordo nei giorni scorsi con il “pirata” Gualazzi. Già da domani inizieranno le prove di trasmissione di una storica TV di Rovereto, TeleRovereto che riprenderà a trasmettere sul Digitale Terrestre nel canale 234. Alcuni mesi fa abbiamo contattato il titolare del marchio TeleRovereto e l’abbiamo convinto a ritentare l’avventura imprenditoriale con il nostro contributo economico (piccolo), ma soprattutto umano e intellettuale (grande). Infatti grazie alle nuove tecnologie digitali non è più proibitivo iniziare un’avventura televisiva. 1000 euro è il capitale (quasi tutto ciò che abbiamo) che noi impegniamo per sostenere i primi mesi di trasmissione, ed è quanto richiesto dall’ente che autorizza le trasmissioni, l’Autorità alle Telecomunicazioni di Trento per trasmettere fino a novembre 2009, ma soprattutto ci impegniamo con le nostre telecamere e il nostro blog a creare una sinergia vincente. Il “pirata” Gualazzi ha contribuito con il know how necessario, dando in uso alcuni locali, reclutando i suoi migliori ed entusiasti ex- collaboratori che presteranno gratis la loro opera per veder rinascere la loro creatura e mettendo a disposizione il celebre marchio. Durante il primo mese di prove tecniche di trasmissione, il palinsesto esclusivamente serale (18.30-24.00) si poggerà su: 1. “Rovereto comunica” curato da Paolo Fabris, che sarà basato su interviste ai cittadini che amano la loro città, realizzate in un salotto librario e alternate alla presentazione di libri e saggi che meritano di essere raccontati. Lunedì sera. 2. Poi ci sarà “Invasioni Barbariche Roveretane” con interviste a cura di Angelica Polegato, a chi davvero conta economicamente e politicamente nella città. Martedì sera. 3. “E se noi fossimo in Democrazia?” a cura di Monica Gasperini, dove i cittadini affronteranno dibattiti sui problemi della città e faranno emergere le loro soluzioni. Mercoledì sera. 4. “Operazione Fiato sul Collo” a cura di Andrea Trentini, dove racconteremo nei dettagli ciò che viene discusso in consiglio comunale e soprattutto nella giunta e nell’ufficio del Sindaco. Giovedì sera. 5. “Viaggi nella democrazia” a cura di Paolo Michelotto, dove racconteremo i luoghi del mondo dove la democrazia funziona davvero e i cittadini contano nelle scelte per la loro città. Venerdì sera. 6. “Comuni Virtuosi” a cura di Stefano e Roberto con la collaborazione di Marco Boschini autore dell’omonimo libro dove verranno raccontate le cose migliori realizzate dai comuni italiani, grandi e piccoli. Sabato sera. 7. “Scec ed economia locale” con la collaborazione di Emilio Piccoli che racconterà cos’è lo Scec e il percorso che sta mettendo in atto per introdurlo nel trentino. Questo per iniziare con le trasmissioni serali. Scusate la brevità ma siamo nella fase convulsa della nascita. Nei prossimi giorni maggiori dettagli. Chi vuole aiutare, contribuire, collaborare può scrivere a cittadinirovereto@gmail.com Sul blog www.cittadinirovereto.it domani ulteriori importanti aggiornamenti. Breve storia: TVR TELEROVERETO: emittente fondata nel 1983 da Athos Gualazzi, sede in via Abetone 72 a Rovereto. Proponeva trasmissioni riguardanti Rovereto e Trento (un tg a varie rubriche di informazioni locali), l’editore era la Società Rovereto Impianti Televisivi, sede in Vittorio Veneto 22 a Rovereto, fra i soci Guido Falqui Massida. Irradiava i suoi programmi dai canali uhf 21, 30, 32, 35, 36, 37, 38, 43, 48, TeleRovereto era una tv al servizio della comunità locale visibile nella vasta zona del basso Trentino, fino a Riva del Garda. Fra i programmi SIMPATICAMENTE quiz condotto da Enzo Pancheri e Daniela Caresia, FILO DIRETTO (programma che favoriva il dialogo fra i cittadini e gli amministratori locali), informazione locale, partite di calcio e di basket delle squadri trentine. A metà degli anni ‘80 TeleRovereto si affiliò alla milanese Globo, dopo avere fatto parte per un certo periodo di Italia Nord (circuito, presieduto dallo stesso Gualazzi, che affiliò sei emittenti del Triveneto: oltre a TeleRovereto, Tca, Tele Garda, Tele Benaco, Canale 65, Antenna 3 Peschiera). TeleRovereto cesserà di esistere all’inizio degli anni ‘90 con l’entrata in vigore della legge Mammì. Share this