PETIZIONE CONTRO I CONDANNATI NELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE E PER LA LORO ELEZIONE DIRETTA

Ritratto di pino
0
0
Salve, A breve verrà discussa in parlamento la nuova proposta di legge riguardante la riforma elettorale. La nostra opinione è che: 1°) E' fondamentale che la possibilita' di DARE UNA PREFERENZA sul candidato da eleggere non venga affossata, lasciando tutto il potere nelle mani delle segreterie dei partiti; 2°) E' necessario che in Parlamento almeno NON VI SIANO RAPPRESENTANTI CONDANNATI in via definitiva all'interdizione ai pubblici uffici, e nel caso essi devono DECADERE AUTOMATICAMENTE, senza le immorali perdite di tempo attuali, che artificiosamente lasciano i c

Movimento per la Democrazia Diretta

0
0
Mai come oggi il mondo, così come noi lo conosciamo, è in pericolo, è minacciata l'esistenza stessa dell'umanità. Le risorse naturali del nostro pianeta (aria, fiumi, foreste, mari ) vengono distrutte e inquinate, le risorse minerarie si stanno esaurendo rapidamente e presto raggiungeremo il punto di non ritorno.Milioni di bambini muoiono di fame, migliaia di uomini vengono uccisi in guerra per soddisfare la bramosia di potere di governatori corrotti e controllati dalle lobby economiche incuranti del futuro del nostro pianeta. Il sistema politico attuale non rappresenta più una democrazia genuina capace di difendere e perseguire gli interessi collettivi del genere umano.

La partecipazione popolare nel programma elettorale del Polo e dell'Unione

0
0
di Paolo Bertolottielezioni Per coloro i quali, da sempre e sotto accusa di utopismo, hanno fatto della democrazia partecipativa e diretta il contenuto del proprio impegno politico, ascoltare autorevoli e navigati esponenti politici elucubrare sull'argomento suscita un duplice sentimento: ci si rallegra che in certi ed insospettabili ambienti abbiano scoperto il valore della partecipazione ma, allo stesso tempo, si segue con disappunto un discorso che sfocia spesso nella banalizzazione se non proprio nella strumentalizzazione più grossolana.

E-democracy in svizzera

0
0
Come si sa la Svizzera è una nazione dove la democrazia diretta è praticata da circa 500 anni. La Svizzera è uno splendido esempio di come la democrazia diretta possa essere applicata con le più svariate "tecniche". Dalle assemblee di piazza al voto confederale referendario su qualsiasi argomento costituzione compresa. Nello stesso tempo la Svizzera è uno splendido esempio su come la democrazia diretta non implichi "in sè" una trasformazione degli assetti economici e sociali. In Svizzera c'è un sistema capitalistico superconsolidato, e la Svizzera è stata paradossalmente l'ultima nazione europea a dare il diritto di voto alle donne (mi pare nel 1972). D'altra parte la Svizzera non fa guerre da secoli.

Convegno sulla Democrazia Diretta a Parma

0
0
democrazia direttaSABATO 22 APRILE ore 16.00 Circolo “Altamarea” Via N. Bixio, 81 - PARMA I cittadini possono gestire direttamente il territorio, l'economia, la società! Con un'idea più vera di Democrazia, sfruttando le nuove tecnologie, partecipando di più potremo finalmente prenderci cura noi stessi, del nostro Paese e della nostra Società. Quest'idea si chiama DEMOCRAZIA DIRETTA!

9 maggio 1978

Ritratto di pino
0
0
Peppino Impastato ucciso dalla mafia, ma sempre vivo nei nostri cuori.

Continua la splendida iniziativa per più democrazia a Vicenza

Ritratto di pino
0
0

Continua la splendida iniziativa per più democrazia a Vicenza

I cittadini di Vicenza potranno votare per dire il loro parere sull'introduzione del referendum propositivo-deliberativo nel loro statuto comunale. L'ottima iniziativa dell'associazione “Più democrazia” di Vicenza dopo avere raggiunto e superato con successo il previsto limite di 3000 firme raccogliendone 5417, ha adesso come prossima scadenza la data del 10 settembre 2006. In quella data, infatti, si terrà la consultazione popolare che dovrà esprimere la volontà dei cittadini di Vicenza di dotarsi di un forte strumento di democrazia diretta per poter decidere direttamente su un'ampia (anche se non esaustiva) serie di ambiti.

Aderiamo a questo appello per la pace

0
0
Onorevoli deputate e deputati, Onorevoli senatrici e senatori, questo appello, scritto nell'ora tragica in cui le vittime di guerra italiane dei due teatri di guerra Iraq e Afghanistan, tornano in Italia per ricevere i funerali di Stato, cade anche nel momento in cui il nuovo Parlamento della Repubblica inizia i suoi lavori. Vorremmo che fosse un nuovo inizio o meglio una svolta. Una decisa svolta in politica estera con scelte coraggiose per una vera politica di disarmo, per attuare con scelte concrete l'art.11 della nostra Costituzione.

La democrazia partecipata nel Programma dei Radicali di Sinistra- Verdi per Veltroni

Ritratto di pino
0
0
programma politico radicali di sinistra Ma il modello della lista partecipata è meglio ! Noi riteniamo che nei prossimi anni la vera partita politica si giocherà intorno al cuore stesso del governo delle istituzioni, locali, nazionali ed internazionali. Cioè intorno alla democrazia, alla difesa ed al recupero del suo significato pieno di diritto del popolo, di ogni cittadino, a partecipare al governo della cosa pubblica. L'affermazione della sovranità non può restare mera dichiarazione da incorniciare (e imbalsamare) in qualche articolo della costituzione. La città, il paese, il pianeta appartengono ai rispettivi cittadini, mentre invece sono governati da un ridotto numero di persone selezionate in base alla capacità di mantenere e sviluppare consenso attorno ad interessi parziali e privati. Sulla strada accidentata e difficile di questo ormai essenziale recupero della sovranità da parte del popolo, avverso l'oligarchia dominante, si collocano una serie di iniziative dei partiti "tradizionali". L' "odore" del bisogno di democrazia cresce. Come spesso accade i partiti tendono a cavalcare i bisogni nascenti perchè utili a generare consenso. Tuttavia ciò può aprire spazi politici interessanti per il movimento dd. In questo senso si inquadra la positiva apertura del programma dei Radicali di Sinistra- Verdi per Veltroni verso i temi della partecipazione, democrazia e trasparenza. Anche se

Bologna: Invito al tavolo di partecipazione per la telefonia mobile

Ritratto di pino
0
0
antenne Dal Comune di Bologna. Si comunica che l'incontro del Tavolo di Programmazione Partecipata si terrà giovedì 1 giugno 2006 alle ore 14,30 presso la Sala Anziani – Piazza Maggiore 6 con il seguente ODG: - Riconfigurazioni Piano 2005 - Situazioni siti puntuali Piano 2005 di cui agli all. C e D, Del. di Giunta n.